Reti su Linux

GNU/Linux è un sistema basato sulla rete. E' stato sviluppato tenendo a mente la rete ed è in grado di gestire diversi tipi di rete. Talvolta, quello che può essere un vantaggio per i server, può rivelarsi un problema per i desktop. La maggior parte delle distribuzioni Linux richiedono, bene o male, una connessione internet (quantomeno da utilizzare di tanto in tanto) per poter funzionare normalmente. I principianti, senza una connessione internet, possono sentirsi persi con Linux: la maggior parte del sapere (utile per risolvere i loro problemi) si trova… su Internet.

Schede di rete

Ad ogni scheda di rete, in GNU/Linux, quando attivata, viene assegnato un nome. I nomi stardard per le interfacce sono:

  • eth0 - per la prima scheda di rete (generalmente una scheda ethernet),
  • ppp0 - l'interfaccia dial-up (per i diversi modem, tipo DSL, GPRS, softmodems, ecc),
  • wlan0 - per le schede wireless.

Sono nomi simbolici e possono essere modificati in qualunque altro modo. Quelli citati sono però i nomi ricorrenti nella maggior parte delle distribuzioni Linux. L'elenco delle schede di rete attualmente attive può essere ottenuto digitando il seguente comando:
ifconfig
Per quelli tra voi che lo trovano familiare - sì, è l'equivalente del comando Windows: ipconfig /all

Trova il tuo tipo di connessione

Esistono molte tipologie diverse di connessioni e dovete sapere quali sono disponibili dalla vostra postazione in modo da essere in grado di configurarle. Nel caso di semplici modelli di rete è possibile che GNU/Linux lo faccia automaticamente per voi, ma se non ci riesce o non può farlo (ad es. perché dovete inserire qualche password o qualche driver aggiuntivo) dovrete gestire la cosa voi stessi. Quindi, se non sapete che tipo di connessione avete, chiamte la compagnia che ve l'ha impostata oppure leggete il foglio informativo che vi hanno consegnato quando ve l'hanno installata. E' molto probabile che abbiate una connessione via cavo o DSL in quanto sono le più diffuse. Tratteremo perciò per prime queste tipologie e dopo daremo un'occhiata alle possibili alternative, inclusi diversi tipi di connessioni wireless.

Connessione via cavo

Una connessione via cavo è il modo più diffuso per accedere ad Internet ed è anche il più facile da impostare. Generalmente non dovete fare nulla, solo collegare il cavo di rete al vostro computer. A tutto il resto ci penserà automaticamente GNU/Linux, che tenta sempre di scoprire le connessioni DHCP <http://it.wikipedia.org/wiki/DHCP> . In caso di problemi, potete facilmente risolverli manualmente.
Maggiori dettagli su come impostare una connessione via cavo su Linux </first-steps/networking/cable/>.

Connessione (A)DSL

DSL <http://it.wikipedia.org/wiki/DSL> o ADSL <http://it.wikipedia.org/wiki/ADSL> è un'altra opzione diffusa per l'accesso a banda larga. Risulta un po' più complicato da impostare in GNU/Linux dato che molti modem DSL richiedono driver specifici, e non molti di loro sono disponibili come software libero. Ad ogni modo la maggior parte dei modem DSL è comunque configurabile per l'utilizzo sotto GNU/Linux.
Maggiori informazioni su come configurare i modem DLS su GNU/Linux </first-steps/networking/dsl/>.

Connessione Wireless (accesso WiFi)

Se avete un portatile moderno sarà probabilmente provvisto di un modem WiFi integrato. Se siete fortunati (o fate qualche ricerca prima di comprarne uno) e il vostro modem è pienamente compatibile con GNU/Linux (sono disponibili i driver liberi) funzionerà senza problemi. E' per esempio il caso della linea di modem dell' Intel PRO/Wireless ma anche di diversi altri. Se non siete fortunati (e non provate a fare qualche ricerca) può darsi che l'unico modo per far funzionare il vostro WiFi sotto GNU/Linux sia tramite l'emulazione dei driver di Windows.
Maggiori informazioni su come configurare la connessione wireless sotto GNU/Linux </first-steps/networking/wifi/>.

GPRS, EDGE, UTMS - connessione tramite telefono cellulare

Linux è in oltre in grado di utilizzare i modem integrati nei telefoni cellulari per connettersi ad Internet. Tutto quello di cui avete bisogno è un telefono cellulare abbastanza recente che abbia già il Bluetooth o una porta IRDA oppure, in alternativa, un cavo USB o firewire per collegare il telefono al computer.
Maggiori informazioni su come collegarsi ad Internet usando il modem del telefono cellulare </first-steps/networking/mobile-phones/>.

Modem analogici, ISDN

Può anche darsi che abbiate un modem analogico o ISDN. Tali modem erano molto diffusi negli anni 90 ma negli ultimi 10 anni sono stati sosituiti da modem più moderni o DSL. Comunque, se avete un simile modem, è possibile connettersi ad Internet (anche se la velocità che potete raggiungere non è un granché).
Maggiori informazioni su come usare un modem ISDN "vecchia scuola" su GNU/Linux </first-steps/networking/modems/>.

Unless otherwise stated, the content of this page is licensed under Creative Commons Attribution-Share Alike 2.5 License.